sabato 16 novembre 2019

DUE CAPRICORNI A CONFRONTO





Con una mossa a sorpresa, lo scorso agosto, Matteo Renzi è tornato sulla scena politica, fondando successivamente una nuova entità di partito, con la possibilità di agire come ago della bilancia su un governo pasticciato e riarrangiato esclusivamente per arrivare il più avanti possibile nella legislatura. Già adesso però l’ex “Rottamatore” sta dando delle metaforiche picconate a questo già precario governo e l’augurio a Conte di “stare sereno” non pone certo a favore di una durata che si protrae ancora a lungo. Nel 2020 avremo due importanti campagne elettorali, le Regionali in Emilia-Romagna e Toscana. Cosa si profila allora all’orizzonte per Matteo?

La sua RS 2020-21 è piuttosto critica, soprattutto per chi aspira a una posizione di leader indiscusso. Ci parla infatti, qualora il Nostro non si sposti per il compleanno, di un anno molto difficile e pesante e di una possibile caduta di potere o quantomeno il non raggiungimento degli obiettivi prefissati. Qualora comunque riuscisse ad avere incarichi di prestigio, fermo restando le condizioni sopracitate, sarà bene che eviti il Ministero degli Esteri perché potrebbe essere foriero di decisioni davvero infelici. Inoltre, last but not least, proseguiranno le tensioni con gli alleati e una coalizione per lui sarà davvero problematica.

Quasi “gemella astrale” di Matteo, è Giorgia Meloni. Malgrado sia stata attaccata in modo davvero sleale, colpendo il suo privato oltreché la sua persona, il suo partito è quello che nelle ultime consultazioni regionali ha avuto un vero e proprio exploit. Anche lei impegnatissima per le prossime tornate elettorali, si prepara ad affrontare nuove sfide. 

La sua RS 2020-21 è, esattamente come per il suo antagonista Matteo, indicatrice di un anno non scevro di prove a 360 gradi ma fornisce anche la possibilità che la Nostra, più che dedicarsi anima e corpo alla battaglia elettorale, pensi invece assai più concretamente di mettere in cantiere un secondo pargolo. In questo caso, la Nostra potrebbe anche affrontare in maniera positiva le prove indicate dalla sua RS e, qualora riuscisse a portare avanti il trend favorevole per il suo partito, ottenere anche qualche incarico di prestigio oppure assumere un ruolo determinante nella coalizione di cui fa parte che però non le eviterà qualche angoscia e sofferenza.



Testi di Laura Poggiani – Tutti i diritti riservati





lunedì 11 novembre 2019

LUNA PIENA DI NOVEMBRE 2019





 













Prosegue il trend già segnalato che indica possibili disagi e disguidi nelle telecomunicazioni, nelle tecnologie e nei trasporti. E’ bene pertanto rimandare decisioni importanti o chiarimenti nonché la firma di contratti.

Si segnala anche un aumento di tensione sociale che può sfociare in contestazioni anche dirompenti. Pericolo di esplosioni, fughe di gas, dissesti idrogeologici.
Aree geografiche a rischio: Russia, Siria, Turchia, Australia, Brasile.


 












Per quanto riguarda l’Italia l’argomento principale che emerge durante questa Fase è la crescita della pressione fiscale che colpirà in particolar modo i fondi privati. Particolarmente critiche anche le alleanze, che subiranno notevoli scricchiolii nonché le guerre già in atto, che potrebbero degenerare, e un maggior dispendio di energie in politica estera.

















L’Astro-Meteo ci segnala un periodo caratterizzato da intense piogge, con possibili bombe d’acqua, e forti venti.



  Testi di Laura Poggiani – Tutti i diritti riservati.