domenica 20 maggio 2012

TERREMOTO IN ITALIA


Avevamo appena pubblicato sul blog il report dell’Eclisse segnalando come queste siano molto perniciose per i terremoti, che subito dopo c’e’ stato un forte sisma tra Modena e Ferrara, pari grado di quello precedente dell’Aquila ossia 6 della scala Richter, avvertito in tutto il Nord Italia, inclusa la Toscana.
Il sisma, avvenuto alle ore 4.04, rientra, senza scomodare le previsioni ormai arcinote di Bendandi, in una casistica astrologica confermata da studi di fisica quantistica che intravede nelle fasi di Luna, e soprattutto nelle Eclissi, la maggior cadenza dei fenomeni sismici, prevalentemente nel cono d’ombra dell’Eclisse stessa. Non sembra però essere questo il caso, visto che l’Eclisse non era visibile dall’Italia. Se pero’ si erige il tema per l’ora del terremoto, riscontriamo come, esattamente agli angoli MC e DS, siano collocati Plutone e Saturno mentre un forte accumulo planetario composto da Luna, Mercurio, Giove e Sole, quest’ultimo proprio sulle Pleiadi, crea le condizioni adatte alla possibilità di sismi. Occorre infatti ricordare che nella rappresentazione grafica di un TN la Terra è il cerchio al centro e quindi è come se avessimo un forte polo di attrazione dato dallo Stellium planetario che si contrappone alla forza degli altri due pianeti angolari, Plutone e Saturno.
Mentre stiamo scrivendo giunge la notizia la seguente notizia dall’ANSA:
“- Un forte terremoto di magnitudo 6.2 e' stato registrato nel nordest del Giappone alle 16.20 locali (9.20 in Italia) con epicentro nelle acque del Pacifico, a 150 km dalla prefettura di Iwate e nella stessa area dove si era verificato il devastante sisma/tsunami dell'11 marzo 2011. La Japan Meteorological Agency (Jma) ha escluso il rischio maremoto, precisando che 'anche se vi possono essere lievi modifiche del livello del mare nelle regioni costiere, questo sisma non ha causato danni'”

Questa è di fatto tra le zone segnalate precedentemente come cono d’ombra dell’Eclissi.


Di Laura Poggiani - Tutti i diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento