venerdì 20 maggio 2022

RISIKANDO, RISIKANDO...





Come avevamo scritto in "GIOCHIAMO A "RisiKo!" 4" con largo anticipo, non appena i pianeti sarebbero entrati in Ariete, lasciando i Pesci, la Russia avrebbe avuto un brusco risveglio da ciò che aveva progettato. Puntualmente così è stato e adesso che anche Giove ha lasciato i Pesci per entrare in Ariete, ecco che anche la nostra previsione di una Cina che, rispetto a una Russia indebolita, avrebbe preso il sopravvento si va via via più delineando. Anche il ruolo della Turchia si sta facendo più marcato e, come avevamo anticipato, si sta muovendo su più piani, cercando di rafforzare la sua posizione di Paese dove avviare trattative e non solo.

Si fanno quindi più definiti i blocchi del nostro Risiko: da un lato Stati Uniti e Europa, dall'altro Russia, India e Cina e tra i due blocchi la Turchia. Sotto i riflettori continua però ad esserci la Cina che, mentre sta cercando di risolvere i suoi problemi interni legati alla pandemia, al contempo riesce ad acquistare a basso costo il petrolio russo che l'Europa sembra non volere apparentemente più senza però abbandonare la possibilità di proficui commerci anche con gli Stati Uniti e l'Europa.

Astrologicamente parlando, già il tema dell'Equinozio di Primavera nonché lo spostamento dei pianeti che ripartono con i loro cicli assai particolari, come quello di Giove-Nettuno in Pesci, parlando di ripresa economica e di una soluzione pacifica di questo evento bellico. Qui veniamo ancora a parlare della dialettica Pesci (Russia) e Sagittario (U.S.A.) ma soprattutto dei loro leader. Malgrado tutto, la posizione politica di Putin, come annunciava la sua solare, non sembra averne risentito più di tanto, almeno per quanto riguarda la tenuta interna politica. Al contrario Biden continua a scontare situazioni pesantissime della sua RS e dei transiti, pertanto dovrà presto fare i conti con un grosso malessere politico  interno. D'altro canto gli interessi in gioco si stanno spostando dal Sud del mondo al Nord e il sempre più accessibile  Passaggio a Nord Ovest, che rende praticamente vicini di casa i due piu' belligeranti contendenti, ossia Russia e America, rischierà tra non molto di veder spostare lì il baricentro delle azioni.

Adesso dovremo attendere fine agosto quando Marte, in Gemelli, inizierà una lunga sosta in questo Segno e ancora una volta vedremo cambiare leggermente gli equilibri mondiali, favorendo sempre più un'agguerritissima Cina.


Testo di Laura Poggiani - Tutti i diritti riservati



Per capire meglio il  metodo interpretativo utilizzato

 leggi il libro di Astrologia Attiva:


Lo puoi trovare su Amazon




 

giovedì 19 maggio 2022

UN CASO CONTROVERSO L'Astrologia come mezzo d'indagine

 


In questi giorni si è commemorato il 50° dell’omicidio del Commissario Luigi Calabresi, vicenda che segnò l’inizio degli “Anni di Piombo”. Proprio in questi giorni sarà discussa l’estradizione dalla Francia di Giorgio Pietrostefani che ormai ha però 78 anni e quindi appare anacronistica una sua eventuale detenzione, così come ha dichiarato Mario Calabresi, figlio di Luigi.

Ecco quanto avevamo detto sul caso dal punto di vista astrologico:

 

http://www.astralis.it/sofri.htm

 

 Testo di Laura Poggiani – Tutti i diritti riservati

 

Per capire meglio il  metodo interpretativo utilizzato

 leggi il libro di Astrologia Attiva:


Lo puoi trovare su Amazon


sabato 14 maggio 2022

SUPER LUNA PIENA ED ECLISSI LUNARE TOTALE DI MAGGIO 2022

 



Questa sarà la prima delle due eclissi totali di Luna dell’anno, sarà parzialmente visibile dall’Italia e dall’Europa, totalmente da alcune zone dell’Africa, Nord e Sud America. Tingerà di rosso sangue il nostro satellite che si troverà in perigeo, nel punto più vicino alla Terra, apparendo così molto grande, una Superluna.

I nativi nord americani chiamavano questa Luna Piena la “La Luna del Fiore” in quanto con la primavera i fiori sbocciavano ovunque.

Sarà una Fase molto impegnativa in quanto, oltre ai significati tipici di una Eclissi di Luna, si aggiunge anche l’aspetto di retrogradazione di Mercurio. Sarà necessario, pertanto, usare cautela nelle dichiarazioni, nelle trattative e soprattutto nella firma di contratti o trattati perché questi potrebbero presentare delle insidie o vistosi errori. Trasporti, soprattutto ferroviari e aerei, potranno subire notevoli ritardi, disguidi e rischio di incidenti. Sarà necessario prestare molta cautela nell’uso di apparecchiature elettroniche, soprattutto computer, perché facilmente potranno mostrare difficoltà nell’esecuzione delle procedure.

Si potranno verificare ribellioni e lotte legate al malcontento generato da un incremento della disoccupazione, dalla cattiva gestione delle finanze con conseguente crescita della pressione fiscale, dai rincari e dalla carenza di generi di prima necessità. Problemi di salute per gli allevamenti del bestiame.

Alcuni leader mondiali potranno diventare impopolari facendo sorgere consistenti dissensi e in alcuni casi venire a mancare. Difficoltà per i commerci e la salute pubblica.
Criticità nel settore pubblico con possibile decesso di personalità delle amministrazioni.

Aree geografiche a rischio: USA, Russia, Finlandia, Cina, Francia, Bolivia, Cile, Algeria.

 

Per quanto riguarda l’Italia, particolare criticità sarà data dalla condizione dei giovani che pertanto saranno anche coloro che daranno vita maggiormente a proteste e manifestazioni. Inoltre, vi potranno essere problematiche a carico di ospedali e carceri. I congressi di partito saranno piuttosto movimentati e non privi di colpi bassi. Difficoltà per l’Esecutivo e il suo capo che potrebbe dover rivedere la composizione della maggioranza.

 

L’Astro-Meteo ci segnala un periodo secco e dal clima estivo con temperature sopra la media e venti di una certa entità.

 

Testo di Laura Poggiani – Tutti i diritti riservati


Per capire meglio il  metodo interpretativo utilizzato

 leggi il libro di Astrologia Attiva:


Lo puoi trovare su Amazon





venerdì 13 maggio 2022

GEMELLI ASTRALI... MA NON TROPPO

 



Il prossimo 16 maggio festeggeranno il loro compleanno due pilastri della canzone italiana, anche se appartenenti a generazioni diverse: Claudio Baglioni e Laura Pausini. Se il primo è stato impegnato in una faticosa tournée che lo vede da solo a cantare in un teatro le proprie canzoni con ben tre pianoforti diversi, la seconda è tuttora al centro di un evento canoro di importanza ormai planetaria come l'Eurovision Song Contest.  Cosa dicono le stelle?

L'anno di Claudio, come accennavamo, è stato assai impegnativo e non privo di colpi di scena: prima la tournée è stata interrotta per il Covid preso dall'Artista, che lo ha indotto a sospendere e poi rimandare alcune sue date e successivamente anche una brutta influenza. La tournée, che comunque è stata un successo, lo ha visto non più come un artista affermato che mette in campo coriste, raggi laser o palchi scintillanti, bensì più come un amico di ognuno di noi, a cui apriamo il salotto di casa nostra e lui si mette a disposizione in una serata molto intimista, durante la quale racconta un po' della sua vita di artista ma riceve, da parte del pubblico, un caldo abbraccio, virtuale ma palpabile quanto a emozioni. Eppure il Nostro è apparso a tratti un po' melanconico, accennando vagamente ad un suo possibile ritiro dalle scene, anche se poi racconta dei prossimi spettacoli in grande stile a Caracalla e Taormina.

In effetti la RS che sta per concludersi è davvero pessima ha messo a dura prova lo stato psicofisico del Nostro. La nuova RS, invece, è decisamente più smagliante e ci parla di un anno che avrà come obiettivo il porsi maggiormente a disposizione dei mass media, una maggiore esposizione della sua immagine pubblica con successo ma anche la possibilità di impiego un po' azzardato nelle speculazioni. Sarà anche possibile che diventi nonno.

Laura Pausini, che certo non ha bisogno di presentazioni, è stata scelta assieme a Mika per presentare l'Eurovision in virtù, oltre che per la sua indubbia padronanza e professionalità, anche per la fluidità con cui parla, oltre a Spagnolo e Portoghese, l'Inglese. La sua simpatia ha fatto poi il resto, lasciandosi sfuggire una tipica esclamazione romagnola alla prima papera oppure sentendola spiegare in perfetto inglese il concetto italiano di "strizza"! Insomma, il risultato è stato che in ambedue le puntate della trasmissione, e ancora non siamo alla finale, ha raccolto in Italia oltre 5 milioni di telespettatori, valorizzando indubbiamente lo sforzo di uomini e tecnici che ha dato vita a quello che sicuramente sarà ricordato come uno dei più bei Eurovision che si siano mai visti.

La RS che sta per terminare sottolinea come anche per Laura l'anno appena trascorso sia stato particolarmente impegnativo sotto il profilo psicofisico. Come per Claudio, anche per Laura il prossimo anno, che si apre tra pochi giorni, si mostra molto fortunato e carico di novità soprattutto per quanto riguarda la sua immagine, la sua popolarità all'estero e la propria famiglia.

Da parte nostra i migliori auguri a questi due artisti che splendono nel firmamento della canzone italiana.

 

Testo di Laura Poggiani – Tutti i diritti riservati


Per capire meglio il  metodo interpretativo utilizzato

 leggi il libro di Astrologia Attiva:


Lo puoi trovare su Amazon